I premi delle Guide 2021

Le guide 2021 escono puntuali come ogni anno e noi aspettiamo questo momento per scoprire punteggi e giudizi che sono un primo importante riscontro della critica enologica sui nostri vini e sul lavoro fatto in vigna e in cantina. Seguiteci in questa lunga carrellata, dal Verdicchio al Conero ecco i vini che sono più sotto i riflettori in questa stagione.

Iniziamo dal Conero Riserva Campo San Giorgio. "L'annata 2016 è uno spettacolo" così scrive Gambero Rosso che gli assegna i Tre Bicchieri. La guida ai Vini di Veronelli lo celebra con le Tre Stelle Oro e 94 puntiMedaglia d'Oro invece arriva da Civiltà del Bere nell'ambito del prestigioso concorso Wow the Italian Wine Competition.

Dal Conero ci spostiamo nella zona del Verdicchio per raccontarvi del Vecchie Vigne 2018, quest'anno Top Wine secondo Slow Wine che ci trova dentro "tanto Verdicchio verace e una complessità aromatica invidiabile". Anche Daniele Cernilli ne riconosce il valore e gli assegna 96 punti e il Faccino Doctor Wine. Il punteggio più alto - le 4 Viti - arriva anche da Vitae, la guida dell'Ais.  

Un doppio riconoscimento da parte di Bibenda che assegna i famosi Cinque Grappoli al Maximo 2018 e al Plenio 2017. Una stagione d’oro per il Plenio, che ottiene 94 punti nel Decanter World Wine Awards.

Vini Buoni d'Italia premia Cumaro 2016 e Casal di Serra 2019 con l'ambita Corona. Il Casal di Serra riceve consensi anche da Wow the Italian Wine Competition, la competizione di Civiltà del Bere che lo elegge come Miglior Verdicchio dei Castelli di Jesi e Medaglia d'Oro. Un riconoscimento importante a cui si aggiunge l'inserimento nella Top 100 della guida ai Migliori vini e vignaioli d'Italia con 94+ punti.


E' DISPONIBILE La scheda con tutti i premi.

 

 

 

 

Torna alla lista

Prenota una degustazione e la visita in cantina

Iscriviti
alla newsletter

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info