storia Umani Ronchi

Storia

Umani Ronchi. Produttori di Vino in Marche e Abruzzo

La storia di Umani Ronchi è una storia di vite, viti, di terre e valori. Di stagioni che si rinnovano, di vendemmie che ogni anno regalano frutti diversi e unici, di vini che nascono e viaggiano per approdare sulle tavole di tutto il mondo. Una storia che inizia più di cinquanta anni fa, a Cupramontana, dove pulsa il cuore del Verdicchio classico, per poi esplorare numerose altre aree della preziosa terra dell'Adriatico. Oggi Umani Ronchi è l’azienda di vini di proprietà della famiglia Bianchi-Bernetti, che dal 1959 produce con cura e artigianalità, vini di grande qualità, sapendo valorizzare quei vitigni che trovano la loro naturale e migliore espressione nelle terre delle Marche e dell’Abruzzo: il Verdicchio e il Montepulciano.

vigneti
montepulciano
verdicchio
filari

Investire per innovare

Da Serra dei Conti, nelle Marche, a Roseto degli Abruzzi, l’azienda ha una superficie vitata di 210 ettari tutti distribuiti lungo la costa dell’Adriatico, tra la collina e il mare: 185 km di filari e 10 vigneti, ciascuno con la sua vocazione e il suo terroir. Numeri che raccontano una ricerca continua, quasi spasmodica, attorno alla terra “migliore” e alle più evolute tecniche agronomiche ed enologiche. Dagli anni ’70 ad oggi, l’azienda ha raddoppiato gli ettari di proprietà e ha rinnovato l’85% delle vecchie viti. Ha investito sul Verdicchio e sul Rosso Conero, ha recuperato e valorizzato vitigni come il Pecorino e il Lacrima di Morro d’Alba, dandosi sempre e comunque obiettivi enologici qualitativamente alti.

Il biologico, una scelta di qualità

Tutti i nostri vigneti, dal Verdicchio al Montepulciano d'Abruzzo, sono coltivati in biologico. Una scelta tecnica ancor prima che ideologica. Perché per fare agricoltura biologica ci deve essere equilibrio in natura, deve esserci quella varietà di colture, di essenze, di erbe che fanno la biodiversità. Varietà tutte che trovano vita nelle terre di proprietà e che lasciano spazio ad una viticoltura capace di valorizzare al massimo le uve prodotte, senza pregiudicare la qualità dei vini. Qui il biologico è sinonimo di qualità.

Lavorare in modo sostenibile

L’azienda Umani Ronchi è guidata da un forte approccio etico, e rispetta l’ambiente avendo grande considerazione del territorio e della biodiversità. Un approccio che si fa subito concreto quando si parla di viticoltura di precisione, di gestione delle macchine per i trattamenti sui vigneti, e di concimazioni organiche. Un atteggiamento sostenibile che guida anche la scelta dei materiali: il vetro leggero della bottiglia determina un impatto minore sulle emissioni di CO2, mentre i tappi sintetici prodotti dalla canna da zucchero, sono riciclabili al 100%. Poi c’è l’impianto fotovoltaico per la produzione di energia. Tutto esprime un modo di pensare e di agire sostenibile.

cover

Le persone il valore più autentico

L’azienda, che ha mantenuto una dimensione familiare, è guidata da Michele Bernetti e da suo papà Massimo, che ricopre il ruolo di Presidente. Una conduzione armonica e armoniosa. Solida e lungimirante. Che ha saputo mettere al centro la Terra e le Persone. Innovando, sperimentando, investendo. E dando spazio alla formazione, soprattutto quando si parla della giovane squadra dei tecnici, agronomi ed enologi, vero valore aggiunto per un’azienda di vini.

Umani Ronchi nel mondo

Umani Ronchi oggi produce 3 milioni di bottiglie all’anno e oltre 20 tipologie di vino. E’ presente in oltre 60 paesi, praticamente in tutti i continenti. E ha raggiunto un posizionamento consolidato all’interno dei mercati esteri, a partire da Giappone, Svezia, Canada, Stati Uniti, Germania. I suoi vini sono riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo, grazie alla fitta rete di contatti costruita negli anni, all’ascolto attivo dei mercati, ma soprattutto grazie alla capacità dell’azienda di esser rimasta sempre fedele al concetto di “qualità”. A dimostrazione che si può essere “artigiani” e fare vini buoni anche quando si muovono grandi numeri.

Riconoscimenti e premi

I vini dell’azienda ottengono ogni anno riconoscimenti importanti da parte di critici e guide di settore. Premi che sono la conferma di un lavoro costante, puntuale, appassionato, orientato alla qualità estrema. Dai Tre Bicchieri della Guida Vini d’Italia 2015 di Gambero Rosso, riconosciuti al Verdicchio Vecchie Vigne per il quarto anno consecutivo, alla Guida Essenziale al Vino del Doctor Wine Daniele Cernilli che ha premiato il Campo San Giorgio, alla sua prima annata di produzione. Passando per l’international Wine Challenge di Londra, vinto dal Pelago 1994, poi inserito tra i 100 vini top del ’98, dalla rivista Wine Enthusiast. Nel 2012 la guida Vini d’Italia di Gambero Rosso ha premiato il Verdicchio Vecchie Vigne 2009, come bianco dell’anno.

L'Istituto dei Grandi Marchi

Da 10 anni, Umani Ronchi fa parte dell’Istituto del Vino di Qualità: 19 grandi marchi del vino italiano, tra cui Antinori, Sassicaia, Masi, Gaia, uniti dalla condivisione di valori, obiettivi, strategie. Produttori che si fanno interpreti del vino italiano nel mondo, verso la conquista e il consolidamento dei mercati internazionali.

Umani Ronchi: com’era il nostro passato, come sarà il nostro futuro...

Intorno agli anni ’60 Gino Umani Ronchi dà vita ad una piccola azienda agricola nelle Marche, a Cupramontana, terra del Verdicchio Classico. Pochi anni dopo l’azienda viene rilevata dalla famiglia Bianchi-Bernetti che ne acquisisce il marchio, insieme alla proprietà, dando un impulso produttivo e commerciale all’attività...
Più di cinquant'anni di esperienza tra il Verdicchio e il Montepulciano. Scopri di più sulla nostra Storia.

Prenota una degustazione e la visita in cantina

Iscriviti
alla newsletter

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info